7 December 2023
Trending Tags

L’incontro Audible Logo Audiolibro Audible – Edizione integrale Michela Murgia (Autore, Narratore), Emons Edizioni (Editore) 3,9 3,9 su 5 stelle 240 voti Visualizza tutti i formati ed edizioni Formato Kindle 6,99 € Leggilo con la nostra App gratuita Audible Logo Audiolibro 8,95 € Copertina flessibile 9,50 € 12 Nuovo da 9,50 € CD audio 12,26 € 1 Usato da 10,00 € 10 Nuovo da 12,26 € 1 Da collezione da 38,70 € Questo è un racconto incendiario, come certi proiettili lanciati con la fionda. Corre dritto davanti a sé infuocando le battaglie estive di tre ragazzini, per poi divampare in una guerra di paese combattuta a suon di Salve Regina. Ogni estate Maurizio, Franco e Giulio diventano fratelli di biglie, di caccia alle libellule, di storie di fantasmi e di lotta ai topi. Ma nell’estate del 1986 qualcosa, a Crabas, è destinato a mettere in crisi quel presente plurale così naturale e così dato per scontato. E per la prima volta il confi ne tra noi e loro diventa una frattura che attraversa le vie del paese. ©2012 Giulio Einaudi editore (P)2012 Emons Italia srl

57 / 100
Read Time:1 Second

51cVDuf mOLhttps://amzn.to/44xcDqu

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
100 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %
Previous post La bambina nel vento di Luca Crippa (Autore), Maurizio Onnis (Autore) 4,3 4,3 su 5 stelle 475 voti Visualizza tutti i formati ed edizioni Formato Kindle 9,99 € Leggilo con la nostra App gratuita Copertina flessibile 17,95 € 16 Nuovo da 17,95 € «Racconto di quando ero una “bambina nel vento” perché non accada più a nessun bambino di sentirsi colpevole solo perché esiste». Hedy Epstein Hedy è una ragazzina come tante. Ha una vita tranquilla in un piccolo paese tedesco, una famiglia affettuosa. Poi, un mattino, un professore le punta una pistola alla tempia davanti ai suoi compagni e le ordina di non tornare mai più a scuola. La colpa di Hedy è di essere ebrea. È il 10 novembre 1938, la mattina dopo la Notte dei Cristalli. I genitori riescono per un soffio o a farla fuggire in Inghilterra, appena prima che la catastrofe della Seconda guerra mondiale li travolga. Otto anni dopo, si apre in Germania la stagione dei processi ai criminali nazisti. In quei giorni una bella ragazza arriva a Berlino. Anche se indossa una divisa americana, il suo è un ritorno. A riportarla in patria è una missione precisa: lavorerà al processo di Norimberga contro i medici accusati di aver condotto esperimenti disumani sui prigionieri dei campi di sterminio. Si calerà nell’orrore dei lager, tra i documenti in cui la lucida follia burocratica del Reich ha archiviato i propri delitti, per ricercare le prove della ferocia nazista oltre i volti imperturbabili dei ventitré accusati. Ma accanto alla missione ufficiale, Hedy Epstein ne ha una personale, difficilissima: scoprire notizie dei suoi genitori, le cui tracce si perdono di fronte ai cancelli di Auschwitz. Si accorgerà presto che il suo compito è ancor più arduo e doloroso di quanto potesse immaginare. Hedy, però, non ha intenzione di arrendersi: non può ignorare l’urlo di quel vento in cui risuonano le voci care delle persone amate. Voci che le chiedono di non essere dimenticate. Lei, che di quel vento si sente figlia, non avrà pace finché non lo avrà placato.
Next post Canne al vento Audible Logo Audiolibro Audible – Edizione integrale Grazia Deledda (Autore), Michela Murgia (Narratore), Emons Edizioni (Editore) 4,2 4,2 su 5 stelle 715 voti Visualizza tutti i formati ed edizioni Formato Kindle 0,49 € Leggilo con la nostra App gratuita Audible Logo Audiolibro 1,95 € Iscriviti ora ad Audible Copertina rigida 41,99 € 1 Usato da 41,99 € 1 Nuovo da 41,99 € Copertina flessibile 4,65 € 1 Usato da 5,90 € 7 Nuovo da 4,65 € 1 Da collezione da 7,90 € “Canne al vento è un libro potentemente sovversivo, perché mette in scena due rovesciamenti: il servo uccide il padrone, la figlia si ribella al padre,” scrive Michela Murgia, e Grazia Deledda è prima di tutto una rivoluzionaria, perché fu “una straniera che lottò per guadagnarsi una lingua che le permettesse di raccontare il suo mondo, e riuscì a gettare un ponte tra due culture, quella italiana e quella sarda, un ponte sul quale io oggi cammino.” ©dominio pubblico (P)2018 Emons Italia s.r.l.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: